Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Casinò e giochi, chi sale e chi scende a gennaio 2019

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Gioconews.it analizza l'andamento dei casinò nel primo mese dell'anno: segno positivo sia a Sanremo che a Saint Vincent.

Un anno a tre. O almeno, che è iniziato con sole tre case da gioco italiane in attività, nella speranza che si sblocchi al più presto la drammatica situazione che sta vivendo quella di Campione d'Italia, e con essa l'intera comunità locale, a seguito della chiusura della struttura, lo scorso 27 luglio, ossia da quanto il tribunale di Como ha sentenziato il fallimento per insolvenza della sua società di gestione.
La consueta analisi dei dati da parte di Gioconews.it parte, come di consueto, dal casinò che ha avuto la performance migliore il mese passato.

QUI SANREMO - Liguria sul primo gradino del podio, anche se per un soffio dai concorrenti valdostani. A gennaio il Casinò di Sanremo ha incassato 3.843.923 euro, il che rappresenta una crescita del 4,47 percento rispetto allo stesso mese dell'anno passato e un buon auspicio per iniziare l'anno con una inversione di tendenza, rispetto a un 2018 che è stato, sul fronte introiti, inferiore alle attesa. A contribuire al risultato finale, le slot, che incassano 3.026.825 euro, vale a dire il 6,73 percento in più su base annua.
Tuttavia, segni positivi si registrano anche accanto alle voci relative a diversi giochi lavorati: la roulette francese, per esempio, con i suoi 419.905 euro, cresce del 20,6 percento, mentre la variante fair incassa 159.644 euro, il 110,1 percento in più. Bene anche il black jack, con 148.170 euro, il 16,55 percento in più, mentre cala il poker (il torneo del 25,1 percento, per 16.386 euro; il cash del 51,2 percento, per 66,593 euro) e così pure il punto banco: 18.398 euro in tutto, l'88,48 percento in meno.
Da segnalare, infine, la lieve flessione degli ingressi: se ne sono contati 15.393, l'1,15 percento in meno.
Nei dodici mesi che vanno da febbraio 2018 a gennaio 2019, la Casa da gioco matuziana ha incassato 43.101.286 euro, vale a dire il 6,54 percento in meno rispetto ai dodici mesi ancora precedenti, e non coincidenti con l'anno solare.

QUI SAINT VINCENT – Ai nastri di arrivo per quanto riguarda il difficilissimo accordo sulla riduzione del costo del lavoro, il Saint Vincent Resort & Casino mette a segno, per quanto riguarda gli incassi, un mese positivo.
Gennaio si chiude infatti con un incasso di gioco pari a 5.082.375 euro, il 4,45 percento in più rispetto al 2018 (più 216.391 euro) e con ingressi in calo sullo stesso mese dell'anno passato (meno 3,65 percento).
I tavoli chiudono il mese nel loro complesso con più 19,46 percento (più 322.042 euro). Tra i giochi risultano con segno negativo lo chemin de fer (meno 21,46 percento), il Poker Saint Vincent (meno 31,03 percento) e il Poker Texas hold’em (meno 61,07 percento), il trente et quarante (meno 223,66 percento), il black jack (meno 69,89 percento), i craps (meno 26,44 percento) e la roulette americana (meno 7,22 percento) . Segno positivo hanno avuto la roulette francese (più 91,50 percento), il poker ultimate (più 0,30 percento), il punto banco (più 47,21 percento) e la fairoulette (più 54,71 percento).
Le slot machines incassano nel mese 3.105.416 euro, il 3,29 percento in meno rispetto al 2018 (meno 105.651 euro).
Il risultato di gennaio 2019 porta a quota 58.055.376 il contatore degli incassi degli ultimi dodici mesi, il che sta a significare una crescita dell'1,66 percento, che ci si augura sia consolidata nel corso dell'anno appena cominciato.
 
QUI VENEZIA – Dopo uno sfavillante 2018, l'anno inizia con una battuta d'arresto, per gli incassi del Casinò di Venezia, che si colloca dunque sul terzo gradino del podio ed è l'unico a chiudere il mese con il segno meno.
A gennaio 2019 il Casinò di Venezia ha incassato 8.237.616 euro, vale a dire il 7,24 percento in meno rispetto allo stesso mese dell'anno precedente. Frenano anche gli ingressi: se ne sono contati 64.603, il 3,67 percento in meno.
Le slot machines registrano il mese passato introiti per 4.820.487 euro, il 7,94 percento in meno, e anche la fairoulette registra un calo: con i suoi 10.061.851 euro, il segno è negativo del 28,46 percento.
La roulette francese, invece, chiude con una perdita di 268.509 euro: è proprio il caso di dire che il giocatori hanno sbancato!
Da segnalare, infine, il calo dello chemin de fer: 706.397 euro di incassi, il 2,79 percento in meno, e quello del black jack: 382.807 euro, il 20,32 percento in meno. Segno più, invece, per il punto banco, che cresce del 37,77 percento e si ferma a quota 1.359.646 euro, come pure per il poker cash: più 2,83 percento, per 174.936 euro incassati.
Nei dodici mesi precedenti febbraio 2019, le due sedi della Casa da gioco lagunare hanno incassato complessivamente 96.941.797 euro, ossia un ottimo 6,98 percento in più rispetto all'anno non solare precedente.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.