Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Casinò e giochi, chi sale e chi scende a maggio

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Gioconews.it analizza l'andamento delle quattro case da gioco il mese passato: segno positivo per tre su quattro.

Maggio sostanzialmente positivo per i casinò italiani, fatta eccezione per quello di Campione d'Italia. La consueta analisi di Gioconews.it parte, come sempre, da quello che ha avuto l'andamento migliore, e che grazie a questo risultato ha fortemente invertito anche quello complessivo dei primi cinque mesi del 2018.

QUI SANREMO – Sul primo gradino del podio sale dunque il Casinò di Sanremo, i cui recenti investimenti e novità (dall'inaugurazione delle nuove sale ai nuovi minimi di puntata) sembrano aver dato i primi frutti.
A maggio, l'asticella degli introiti è salita a quota 3.416.127 euro, vale a dire l'11,04 percentoin più rispetto all'anno passato, e il risultato è addirittura migliore per le regine delle Casa da gioco matuziana: le slot crescono del 12,38 percento, con i loro 2.712.444 euro. I segni accanto ai singoli giochi, in verità, sono in larga parte positivi: da segnalare il vero e proprio boom della fair roulette (144.113 euro, ossia il 625,83 percento in più), ma anche la crescita, più contenuta ma dai volumi assoluti più alti, della roulette francese: 388.255 euro di incassi, ossia il 14,41 percento in più.
In calo, invece, il punto banco, che perde il 46,86 percento e si ferma a quota 49.595 euro. Variazione negativa anche per gli ingressi: se ne sono conttati 13.526, ossia il 4,59 percento in meno.
Il contatore degli incassi dei primi cinque mesi dell'anno sale dunque a quota 17.787.734 eurok, il 3,84 percento in meno rispetto al 2017 ma comunque riducendo fortemente il calo, mentre nei dodici mesi non coincidenti con l'anno solare il casinò ha incassato 44.079.472 euro, ossia il 3,07 percento in meno.

QUI VENEZIA – Medaglia d'argento (ma d'oro quanto al risultato dei primi cinque mesi) per il Casinò di Venezia, che chiude maggio con 7.378.957 euro di incassi, vale a dire il 10,85 percento in più rispetto all'anno passato. Bene le slot, che registrano un più 3,98 percento e incassi per 4.456.842, e la maggior parte degli altri giochi. Per esempio la fair roulette, che incassa 1.335.737 euro, il 21,34 percento in più, o anche il poker cash, che cresce addirittura del 1294,99 percento, con incassi per 115.645 euro. Da evidenziare l'andamento della roulette francese: chiude maggio con incassi in perdita di 222.390 euro (chi l'ha detto che il banco vince sempre?!), ma visto che a maggio 2017 era stata addirittura più generosa nei confronti dei suoi giocatori, il segno è positivo del 64,31 percento. Nonostante il buon andamento complessivo, gli ingressi mordono il freno: sono stati 56.413 a maggio, ossia il 3,85 percento in meno rispetto a un anno fa.
Il risultato di maggio consolida quello relqativo ai primi cinque mesi dell'anno in corso: il totale degli incassi è pari a 41.107.905 euro, il 7,31 percento in più e unico segno positivo tra le quattro case da gioco. Nell''anno non solare finito a maggio 2018 gli incassi sono invece pari a 93.394.048, l'1,13 percento in più. Stavolta, non si tratta dell'unico segno positivo, perché c'è da registrare anche quello del Saint Vincent Resort & Casino.
 
QUI SAINT VINCENT – Andiamo dunque in Val d'Aosta, dove la Casa da gioco di Saint Vincent chiude maggio, mese in cui si è votato per il rinnovo del Consiglio Valle, con incassi pari a 4.095.110 euro, lo 0,62 percento in più rispetto a un anno fa. Da registrare, unico casinò in Italia, che anche gli ingressi sono in crescita, dello 0,32 percento (24.088).
In calo, invece, le slot, che chiudono maggio con 2.361.212 euro di incassi, l'1,63 percento in meno. A determinare il buon risultato del mese concorrono principalmente le roulette: quella francese introita 313.800 euro, il 152,28 percento in più, mentre la cugina inglese cresce del 54,89 percento e si attesta a quota 396.878 euro. Bene anche lo chemin de fer, anche se su volumi di gioco inferiori: il segno è positivo del 200,83 percento, mentre gli incassi sono pari a 57.835 euro.
Il risultato di maggio porta gli incassi dei primi cinque mesi dell'anno a quota 22.745.672 euro, vale a dire il 3,04 percento in meno rispetto all'analogo periodo del 2017. Nel periodo che va da giugno2017 a maggio 2018 il contatore degli incassi segna quota 56.631.332 euro, vale a dire lo 0,81 percento in più rispetto ai dodici mesi precedenti, e non coincidenti con l'anno solare.
 
QUI CAMPIONE – Fuori dalla zona podio, e unico casinò a chiudere maggio con un segno negativo, è quello di Campione d'Italia, tuttora alle prese con l'istanza di fallimento chiesta dalla Procura di Como, intricata vicenda nella quale è entrata però, come elemento positivo, la positiva conclusione della trattativa tra azienda e sindacati sulla riduzione del costo del lavoro, senza peraltro ricorrere ai 156 licenziamenti collettivi inizialmente annunciati dalla società di gestione.
Gli incassi di maggio sono stati pari a 6.262.704 euro, il 9,25 percento in meno sull'anno, e gli ingressi sono in calo anche più marcato: meno 14,35 percento, per un totale di 46.334 unità. Voce positiva e che getta una luce di ottimismo è l'andamento delle slot: incassano 4.647.049 euro, ossia il 5,78 percento in più., e va bene anche il poker, sia a torneo (169.927 euro, il 12,02 percento in più) che cash (304.003 euro, il 44,16 percento in più). Sono invece in calo evidente i giochi lavorati: la roulette del 58,25 percebto (221.311 euro), la fair del 47,27 percento (134.948 euro), il trente et quarante del 17,15 percento (97.076 euro), lo chemin de fer dell'11.99 percento (110.460), il black jack del 46,96 percento (208.837 euro) e il punto banco del 46,86 percento (208.837 euro).
I dati di maggio si aggiungono a quelli di altri quattro mesi difficili: in totale la Casa da gioco ha incassato 34.324.331 euro, il 12,11 percento in meno rispetto allo stesso periodo dell'anno passato. Nei dodici mesi non solari il saldo è di 86.419.416 euro, il 7,86 percento in meno.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.