Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Casinò e giochi, chi sale e chi scende a gennaio 2018

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Gioconews.it analizza l'andamento delle quattro case da gioco il mese passato: segno positivo solo a Venezia.

Non inizia certamente nel migliore dei modi, il 2018 dei casinò italiani, un dato preoccupante anche in considerazione che pure l'anno passato si è chiuso con incassi in calo per tutti e quattro e che la dice lunga su una “strutturalità” che prescinde, in parte, dalle singole aziende, e che come tale deve forse essere affrontata. La consueta analisi di Gioconews.it sull'andamento mensile parte da quello che ha avuto l'andamento migliore, l'unico, peraltro a riportare un segno positivo, per quanto lieve.

QUI VENEZIA – La pax sindacale raggiunta a Venezia, dove sembra essersi accelerato il processo per arrivare a un nuovo contratto collattivo aziendale di lavoro, sembra infatti avere effetti positivi sia sul clima aziendale che sugli incassi, che sono infatti in crescita per il secondo mese consecutivo, anche se stavolta l'incremento si è limitato, ma è pur sempre tale, allo 0,25 percento, a fronte di un valore assoluto di 8.881.048 euro. Tra i più importanti indicatori dello stato di salute di un casinò c'è certamente il volume di incassi delle slot, che hanno anche il peso maggiore. A Venezia la crescita è addirittura del 22,62 percento, per un importo pari a 5.236.506 euro.
È proprio la robusta ripresa delle slot ad azzezare l'effetto complessivo dell'andamento di altri giochi. Per esempio la roulette francese è stata fortemente penalizzata dalla grossa fortuna dei giocatori, che l'hanno letteralmente sbancata, con un risultato finale negativo di 203.764 euro. In calo, ma redditizio, il black jack, che chiude a meno 16,45 percento, ma con introiti pari a 480.411 euro. Altre voci importanti sull'importo totale sono rappresentate dalla fair roulette, 1.484.197 euro (il 12,8 percento in più) e anche dallo chemin de fer, che incassa 726.665 euro, in calo però del 7,9 percento. Da segnalare, infine, che le presenze sono in calo: pari a 67.062 unità, scendono del 3,95 percento.
Per ovvi motivi saltiamo il consueto riferimento al progressivo annuo e ci soffermiamo invece su quello dei dodici mesi non coincidenti con l'anno solare: il Casinò veneziano è a quota 90.616.034 euro, vale a dire il 4,03 percento in meno.

QUI SAINT VINCENT – Sul secondo gradino del podio sale il Casinò di Saint Vincent, la cui flessione complessiva, pari a 236.299 euro in termini assoluti, si limita al 4,63 percento, quindi al di sotto della media complessiva. C'è inoltre da sottolineare, come già fatto per il Casinò di Venezia, come le slot registrino, e per il secondo mese consecutivo, un segno nettamente positivo: incassano 3.211.067 euro, a dire il 9,43 percento in più e ancora meglio dunque del buon più 9,22 percento registrato a dicembre.
Il dato comune è incoraggiante e si associa a un incremento del giocato che al 31 dicembre 2017 era positivo su base annua per il 2,33 percento. Trend che è confermato anche nel mese di gennaio 2018 dove il coin-in è positivo per il 2,35 percento. C'è inoltre da sottolineare come sia in corso di aggiudicazione il bando relativo all'ampliamento e al rinnovamento dell'offerta di gioco elettronico, e come sia prossimo, dalla prossima settimana, l'avvio della revisione del layout dei Giochi Tradizionali finalizzata ad un maggiore efficientamento dell’offerta.
Scandagliando l'andamento dei giochi, da segnalare la buona performance, in termini percentualim dello chemin de fer, che cresfe del 78,37 percento (57.425), mentre altri giochi sono più redditizi ma subiscono una flessione: per esempio la fair roulette, con 404.059 euro (meno 7,55 percento), Molto bene invece i craps, che crescono del 13,56 percento (115.740 euro), mentre il punto nanco frena e chiude gennaio a meno 26,6 percento, con incassi pari a 470.279 euro.
Dell'arco di tempo che va da febbraio 2017 a gennaio 2018 la Casa da gioco valdostana ha incassato 57.107.513 euro, vale a dire l'1,6 percento in meno rispetto ai dodici mesi precedenti.
 
QUI SANREMO – Migliore casinò del 2017, sfiorando di pochissimo il pareggio degli incassi rispetto al 2016, Sanremo inaugura il 2018 con una flessione pari al 5,02 percento, mentre gli incassi sono stati pari a 3.679.373 euro. Dalla sua, il Casinò matuziano ha il fatto che il pareggio e anzi l'utile di bilancio che centra da anni lo colloca in una posizione tranquilla e senza tensioni con la proprietà. Dovrà però lavorare per invertire la tendenza di gennaio e per garantire redditività e tranquillità anche nell'anno appena cominciato. Il risultato di gennaio è influenzato anche e soprattutto dalla flessione delle slot, che con i loro 2.835.950 euro incassati calano dell'8,88 percento, ma anche i giochi tradizionali soffrono. Con qualche eccezione. Il black jack per esempio cresce del 43,67 percento e incassa 118.551 euro,e va bene pure la roulette francese, che cresce del 4.37 percento e incassa 348.190 euro. Un buon risultato è portato a casa pure dal poker cash: 136.460 a gennaio, il 277,78 percento.
Nei dodici mesi non coincidenti con l'anno solare il Casin incassa 44.595.783 euro, subendo dunque una flessione dello 0,24 perrcento. È il risultato migliore tra i quattro casinò, seguito da Saint Vincent, terzo Venezia e quarto Campione.
 
QUI CAMPIONE – E veniamo appunto al Casinò Campione, alla prese con uno tra i momenti più difficili della sua storia e con all'orizzonte la discussione in tribunale dell'istanza di fallimento della sua società di gestione, presentata dalla Procura di Como. Non un bel biglietto da visita, ovviamente, con i media anche nazionali che hanno dato risalto alla vicenda (anche con qualche imprecisione) e tutto ciò si è ripercosso negativamente sugli incassi che sono infatti calati del 7,93 percento, rendendo dunque ancora più ardua l'opera del risanamento dei conti aziendali. In totale, la Casa da gioco ha incassato 7.513.175 euro, e l'andamento delle slot ha registrato una flessione ancora più marcata: 5.314.444 euro, vale a dire il 12,85 percento in meno. Anche gli altri giochi sono negativi, con l'eccezione dello chemin de fer, che cresce di un ottimo 188.94 percento (154.870 euro) e del punto banco, anch'esso in impennata: più 167,29 percento, 375.378 euro l'incasso complessivo.
Da febbraio 2017 e gennaio 2018 il Casinò ha incassato 90.503.432 euro, vale a dire il 2,66 percento in meno rispetto ai dodici mesi precedenti.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.