Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Lombardia: 'Sanità a Campione, costi eccedenti gravano su Comune'

  • Scritto da Amr

La Regione Lombardia chiarisce le modalità dell'assistenza sanitaria ai residenti a Campione, compresi i cittadini extracomunitari.

La delibera della giunta regionale XI/6298 conferma, tenuto conto dei vincoli normativi esistenti, che "i maggiori costi dell’assistenza sanitaria ai cittadini di Campione d’Italia eccedenti la disponibilità del Ssn graveranno sul bilancio comunale così come previsto dalla Legge 31 marzo 2005, n. 43, art. 7-bis" e incarica la D.G. Welfare di "individuare, in accordo con l’Istituzione Comune LAMal, le modalità operative per applicare il contributo alla spesa sanitaria dei cittadini residenti a Campione d’Italia che aderiranno alla sperimentazione".

Lo chiarisce la Direzione generale Welfare della Regione Lombardia in una nota indirizzata all'Ats dell'Insubria, all'Asst Lariana e al sindaco di Campione d'Italia Roberto Canesi, nella quale si chiarisce inoltre che "la richiesta di rilascio di ogni singolo modello S2 da parte dei residenti nel comune di Campione d’Italia è quindi implicita accettazione della volontaria contribuzione del titolare del modello S2 alla spesa sanitaria per l’accesso alle strutture del Canton Ticino" e che "le modalità di riscossione e gli importi di tale contributo non competono nè all’Ats dell’Insubria nè alla Asst Lariana essendo un contributo versato dai residenti in Campione d’Italia al fine di contenere il costo delle spese sanitarie dovute agli accessi in strutture del Canton Ticino".

Quanto ai cittadini italiani e cittadini Ue iscritti al Ssm con Tessera Sanitaria e Team, la Direzione chiarisce che "i modelli S2 sono emessi dal Distretto Sanitario di Campione d’Italia, con la specifica 'Speciale Campione d’Italia', con data validità dal 2 maggio 2022 al 30 aprile 2023 e con il solo utilizzo nelle strutture del Canton Ticino così da consentire la continuità con il previgente sistema".

Con riferimento ai cittadini extra Ue, quelli che "soggiornano regolarmente in Italia, per un periodo superiore a tre mesi e che non hanno diritto all'iscrizione obbligatoria, secondo le indicazioni del Ministero della Salute sono tenuti ad assicurarsi contro il rischio di malattia, di infortunio e per maternità, mediante la stipula di una polizza assicurativa privata, ovvero, con iscrizione volontaria al Ssn attraverso il pagamento di un contributo forfettario annuale.
L'iscrizione volontaria dà diritto a tutte le prestazioni erogate dal Ssn sul territorio nazionale a parità con il cittadino italiano. L’iscrizione volontaria al Ssn dei cittadini stranieri non dà diritto alla Team". Di conseguenza "si ritiene che i cittadini provenienti da paesi non Ue residenti a Campione d’Italia, non avendo diritto alla tessera Team per prestazioni urgenti o necessarie a carico del Ssn al di fuori del territorio nazionale, non abbiano nemmeno diritto all’emissione di modello S2 per prestazioni sanitarie programmate fuori dal territorio nazionale".

Ad ogni modo, precisa la Direzione lombarda, "la Svizzera non ha aderito al Regolamento UE N. 1231/2010 che estende il diritto all’assistenza sanitaria anche ai cittadini stranieri assistiti nei paesi Ue; di conseguenza ai cittadini stranieri extra Ue anche se titolari di modello S2 o tessera sanitaria con validità Team la IC LAMal eroga prestazioni sanitarie solo in solvenza". 

Share