Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Riapertura Casinò Campione, la delusione e i dubbi degli esclusi

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Alcuni partecipanti alle selezioni indette al Casinò Campione d'Italia delusi dall'esito e desiderosi di chiedere ulteriori dettagli.

Quasi 500 dipendenti al momento della chiusura, il 27 luglio del 2018. "Solo" 174 al lavoro, oggi che finalmente il Casinò Campione d'Italia ha riaperto i battenti. Escludendo quelli che nel frattempo hanno maturato i requisiti pensionistici, quelli che hanno trovato un nuovo lavoro in grado di soddisfare le loro più alte aspettative, e tutti quelli che per motivi personali hanno deciso di fare altro nella vita, sono stati tanti, gli ex dipendenti che hanno presentato nuovamente domanda per essere riassunti. E si sono aggiunti a persone che non hanno mai lavorato a Campione e che comunque hanno valutato di interesse questa avventura professionale, tant'è che al bando indetto dalla Casa da gioco hanno preso parte circa 650 persone. Per una selezione drastica, oltretutto da condurre con i tempi ristretti che quelli della riapertura imponevano, e che quasi inevitabilmente ha finito per deludere molti e per suscitare qualche domanda.

A tale proposito, c'è infatti da registrare come qualcuno dei candidati che non sono risultati tra selezionati abbia inviato, a più riprese, delle richieste via pec per chiedere chiarimenti sullo svolgimento delle selezioni, pur tenendo conto dei requisiti che venivano indicati nel bando, mentre altri ex dipendenti hanno effettuato una richiesta di accesso agli atti, così da poter verificare se ci siano validi motivi di contestazione, una ipotesi che resta da accertare anche se al momento si può già preliminarmente affermare che non sembrano sussistere violazioni del codice penale.

 

Share