Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Campione, Ambrosini: possibile aprire nel '21, ora accordi con partner

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Sindaco di Campione d'Italia e Ad del Casinò in tribunale a Como fanno il punto sull'iter della riapertura della sede e sui passi che si stanno compiendo.

Udienza in tribunale a Como, per fare il punto sull'iter per la riapertura del Casinò Campione d'Italia, alla luce di quanto previsto nel piano concordatario. Vi hanno preso parte il sindaco Roberto Canesi e l'amministratore delegato (ora che c'è un Cda) Marco Ambrosini.

"Si è trattato di un costruttivo incontro con il giudice istrutture Marco Mancini, che ci ha spronati a procedere rapidamente perché ha particolarmente a cuore i destini della comunità campionese", spiega a Gioconews.it l'Ad della Casa da gioco.

"Noi, compatibilmente con i tempi tecnici necessari, faremo del nostro meglio, l'amministrazione comunale attraverso il sindaco si è espressa in modo positivo e dunque io ritengo che ci siano tutti i presupposti per un'azione importante a breve".

Dettagliando i tempi, "laddove fossero soddisfatte le condizioni tecniche, sulle quali stiamo lavorando, c'è la possibilità di aprire entro l'anno. Non potrà essere ovviamente un'apertura completa, perché ci sono alcuni temi che non si possono risolvere entro questi termini, come gli spazi commerciali, ma l'apertura sull'aspetto del gioco auspicabilmente avverrà entro l'anno".

Quando all'immediato futuro, "il prossimo passo sarà definire gli accordi con i partner, e a tal proposito siamo già in una fase avanzata di lavoro". Come pure, "per quanto attiene i dipendenti, confidiamo che il lavoro tra gli avvocati e le organizzazioni sindacali possa portare quanto prima alla stesura del contratto collettivo di lavoro e alla definizione degli altri parametri funzionali alla riapertura", conclude.

 

Share