Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Casinò Venezia, slittano le nomine dei nuovi amministratori

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Vigilia di assemblee per le società del Casinò Venezia, ma non ci sarà la nomina dei nuovi amministratori.

Confermate per la mattina del 4 agosto le assemblee delle due società del Casinò di Venezia: la Cmv Spa, l'immobiliare interamente partecipata dal Comune, e la CdV Gioco Spa, quella che si occupa di gioco e che è interamente controllata dalla Cmv Spa. E confermata anche l'approvazione dei bilanci consuntivi 2020, che nonostante il grave e lungo momento dovuto alla pandemia saranno migliori delle attese.

Tuttavia, anche se i mandati dell'amministratore unico della Cmv Spa Andrea Martin e quello del Cda della Cdv Gioco Spa (composto dal presidente Maurizio Salvalaio e dai consiglieri Adriana Baso e Simone Cason) sono in scadenza, si è deciso di rinviare la nomina dei nuovi amministratori, una decisione presa, come spiega l'assessore al Bilancio e alle Partecipate Michele Zuin, "perchè non possiamo fare avvicendamenti in pieno agosto", una motivazione che ricalca un po' quella presa dal Comune di Campione, al momento di prorogare a fine mese la presentazione delle candidature per entrare a fare parte del nascente consiglio di amministrazione del Casinò.

Intanto però, restando a Venezia, sta facendo discutere la notizia che il Cda della Cdv Gioco Spa ha deliberato l'aumento di stipendio per una decina di figure apicali della Casa da gioco, per importi che vanno dai 1.000 ai 1.500 euro al mese. In giornata potrebbe arrivare una nota chiarificatrice del Casinò.

 

 

Share