Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Sanremo, il Casinò al Comune: 'Posticipare versamento degli incassi'

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Il Casinò di Sanremo chiede al Comune di poter posticipare il versamento degli incassi dovuti ai sensi della convenzione.

La società di gestione del Casinò di Sanremo ha chiesto alla proprietà, ossia al Comune, di poter posticipare ulteriormente il versamento della quota d'incassi, il 16 percento attualmente, che all'ente spetta per convenzione. Le ovvie ragioni risiedono nella fortissima difficoltà che la società sta vivendo a causa della pandemia che ha provocato la chiusura del Casinò l'8 marzo. la Casa da gioco ha riaperto i battenti il 16 giugno e proprio da oggi, 29 giugno, tornano al lavoro tutti i dipendenti.
La società aveva già chiesto ad aprile di posticipare il versamento degli incassi del bimestre: nel periodo gennaio-febbraio spettava a Palazzo Bellevue 1.262.944 euro. Ci sono ora da aggiungere quelli relativi al secondo bimestre, poco più di 67mila euro visto che il Casinò ha lavorato, in quell'arco di tempo, soli 7 giorni. Ovviamente, se la società di gestione è in difficoltà (nonostante i risultati della riapertura siano migliori del previsto), lo stesso vale per il Comune, che si è visto, per causa di forza maggiore, sottrarre una tre le principali fonte di sostentamento.  Tuttavia, comprendendo le motivazioni del Casinò, il Comune ha scritto alla società, consentendo uno slittamento del pagamento dal 1° al 31 luglio.

Il problema di Sanremo è comune a quello di Venezia: proprio oggi il sindaco Luigi Brugnaro ha annunciato che per il 2020 tratterrà solo il 10 percento degli incassi del Casinò, e il 20 nel 2021, anziché il 25 percento previsto dalla convenzione.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.