Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Bilancio 2018 Casinò St. Vincent, arriva l'ok della Kpmg

  • Scritto da Anna Maria Rengo

La società di revisione Kpmg ha espresso il suo parere favorevole al bilancio 2018 della società di gestione del Casinò di Saint Vincent.

"A nostro giudizio, la relazione sulla gestione è coerente con il bilancio d'esercizio della Casino de la Vallèe Spa al 31 dicembre 2018 ed è redatta in conformità alle norme di legge". Lo scrive la società di revisione dei bilanci Kpmg Spa in riferimento a quello relativo al Casinò di Saint Vincent, che sarà all'esame dell'assemblea dei soci il prossimo 16 dicembre, e nella relazione che ha "riemesso" dopo che a maggio non si era potuta esprimere, vista la procedura concordataria in corso.
La società ha "svolto le procedure indicate nel principio di revisione (Sa Italia) 720B al fine di esprimere un giudizio sulla coerenza della relazione sulla gestione con il bilancio d'esercizio della Casino de la Vallèe Spa al 31 dicembre 2018 e sulla conformità della stessa alle norme di legge, nonchè di rilasciare una dichiarazione su eventuali errori significativi".
Kpmg evidenzia infine che "con riferimento alla dichiarazione di cui all'articolo 14, comma 2, letterta e) del Dlgs 39/10, rilasciate sulla base delle conoscenze e della comprensione dell'impresa e del relativo contesto acquisite nel corso dell'attività di revisione, non abbiamo nulla da riportare".
Alla nuova relazione della Kpmg dovrebbe aggiungersi a breve quella del collegio sindacale.
Il bilancio 2018 del Casinò si chiude con un rosso da 55 milioni di euro e la valutazione della Kpmg è ora positiva in quanto, rispetto a maggio, sono avvenuti tre eventi: "l'omologa del concordato preventivo richiesto dalla società, avvenuta con decreto del Tribunale di Aosta in data 22 ottobre; il completamento del processo di ristrutturazione aziendale con conseguente riduzione dell'organico che, insieme ad altre azioni volte al contenimento dei costi, hanno permesso alla società di conseguire risultati consuntivi al terzo trimestre 2019 migliorativi rispetto alle previsioni del piano; la conversione del credito di 48 milioni 88 mila euro vantato dal socio di maggioranza per tramite di Finaosta in apporto di patrimonio con il quale si è realizzato un rafforzamento patrimoniale della società".

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.