Logo

Campione, cittadini in piazza: 'Vogliamo il commissario'

I cittadini di Campione d'Italia protestano sotto la sede del Comune e chiedono intervento del Governo, con la nomina di un commissario, al posto delle elezioni.

 

“Qui non ci serve un sindaco. Occorre che lo Stato metta a posto le cose che qui hanno disfatto per anni. Occorre rimettere a posto i conti. Una volta diventato un paese normale tutti si possono impegnare politicamente”.

Lo chiedono a gran voce i cittadini di Campione d'Italia, riuniti in protesta sotto la sede del Comune, con l'auspicio che il Governo intervenga direttamente per risolvere la crisi del casinò nominando un commissario, invece di svolgere le elezioni previste per il 26 maggio.

 

“I lavoratori coinvolti – fanno presente i cittadini campionesi – non sono solo i 500 della casa da gioco, perché c'è tutto un indotto oltre ad altre centinaia di persone che hanno perso il lavoro a causa della chiusura. Il Governo sta mantenendo ciò che ha promesso, con i dovuti tempi e modi. Ci sono tutta una serie di cose che saranno sicuramente decise e con il Comune in dissesto non riteniamo normale questo approccio. Chi vive qui quotidianamente si accorge del deperimento del paese ogni giorno. Chi viene qui ogni tanto, costantemente alla vigilia delle tornate elettorali, non sa neppure quanti lampioni funzionano in paese”.

 

“Riteniamo che il Governo, di qualsiasi colore sia, possa metter mano alla questione delle case da gioco con un riordino generale. Lasciamolo lavorare e poi ci confronteremo democraticamente”, concludono.

 

 

© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552, Tutti i diritti riservati

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.