Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

San Marino, novembre d'oro per gli incassi della sala Diamond

  • Scritto da Anna Maria Rengo

La sala Diamond, il cosiddetto casinò di San Marino, chiude ancora una volta il mese con incassi in forte crescita.

 

 

Prosegue il periodo positivo della sala Diamond, il “casinò” di San Marino gestito, nella zona industriale di Rovereta, dalla Giochi del Titano Spa. A novembre gli introiti, stimati da Gioconews.it in 1,5 milioni di euro, sono cresciuti del 24,44 percento rispetto allo stesso mese dell'anno passato, portando così il progressivo anuo a più 7,07 percento (circa 16 milioni di euro). Bene anche gli ingressi: se ne sono contati, a novembre 14.771, il 10,35 percento in più sul 2017, mentre nei primi undici mesi il contatore si ferma a quota 169.958, più 9,21 percento rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Infine i clienti nuovi: sono stati  707 a novembre, e il progressivo annuale è di 9.858.

Soddisfatto il direttore generale della Giochi del Titano Spa, Salvatore Caronia: “Novembre è andato bene e si sta così rafforzando la crescita annuale. Incrociamo le dita, visto che abbiamo ancora un mese prima della fine del 2018. Ovviamente la crescita di novembre è un dato ben breve periodo, in quanto tale poco significativo. Quello che è importante è il trend di crescita, che è appunto fondamentale, mentre la logica dei risultati del mese deve essere ridimensionata da tutti”.
Caronia aggiunge: “I dati tendenziali sono favorevoli e sono in linea con la capacità di ritorno che avevamo degli investimenti fatti da settembre 2017, ossia 2 milioni di euro. Sono sempre più convinto che oggi bisogna pensare a una formula di casinò 2.0, in cui queste strutture si riposizionano fortemente sul mercato e sono capacidi attrarre in numero maggiore di giocatori. La capacità di spesa dei player è molto diminuita e la nostra concorrenza, soprattutto online, offre una spending molto bassa. Pertanto, se si vuole stare sul mercato, occorre essere aggressivi!”

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.