Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Casinò Campione, procedura licenziamento collettivo in arrivo

  • Scritto da Anna Maria Rengo

A breve i dipendenti del Casinò Campione d'Italia riceveranno la lettera con cui si dà avvio alla procedura di licenziamento collettivo.

Come previsto, e come prassi di legge consolidata, i 487 dipendenti del Casinò Campione d'Italia, tutti sospesi dal lavoro dopo il fallimento della società di gestione e conseguente chiusura della Casa da gioco (lo scorso 27 luglio), riceveranno a breve, forse già domani 11 settembre (anche se qualcuno pronostica tempi più lunghi), la lettera con cui i curatori fallimentari comunicano l'avvio della procedura di licenziamento colllettivo per tutti.

Non si tratta dunque, come da qualcuno paventato ma come chiarito dai curatori fallimentari nel recente incontro con le organizzazioni sindacali, di un licenziamento immediato, ma collettivo, per il quale la legge, la 223/91 prevede l'apertura di una procedura che durerà 75 giorni e che si articola, almeno secondo i dettami di legge, in una fase aziendale e, in caso di esito negativo, in una amministrativa. Certamente, questo è un caso del tutto sui generis. I dipendenti sono sospesi dal lavoro, non essendoci più “lavoro”, appunto: quelli residenti in Svizzera hanno almeno la prospettiva dell'erogazione del contributo previsto dallo stato elvetico, mentre gli italiani, al momento, non percepiscono nulla né alcuna decisione è alle porte. E ovviamente, le possibilità che si trovi un accordo per salvare i posti di lavoro è nullo. Le strade perchè non perdano il posto di lavoro sono altre: quella legale, con la discussione del reclamo presentato da Comune, Casinò e Banca popolare di Sondrio contro la sentenza che ha stabilito il fallimento della società di gestione, o una via politica, per la quale è necessario l'impegno e il coinvolgimento del governo e dei ministeri interessati, anche per capire se e come superare gli scogli rappresentati dall'applicazione della legge Madia.

LA NOTA DEI CURATORI - Intanto i curatori fallimentari hanno diramato una nota in cui informano tutti i dipendenti della Casa da gioco che dal 10 al 28 settembre "si potrà ritirare presso la portineria del Casinò la dodumentazione di competenza relativa alla procedura fallimentare". Inoltre, "per chi ne farà richiesta, sarà possibile recarsi esclusivamente al proprio armadietto per recuperare gli effetti personali".

 

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.