Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Tre isole greche si candidano per ospitare casinò

  • Scritto da Mc

Il parlamento greco esamina il disegno di legge per aprire tre nuovi casinò a Creta, Santorini e Mykonos.

La Grecia punta a legalizzare il gioco e le scommesse online, con il disegno di legge presentato a ottobre e all'esame del Parlamento. A spingerlo, il ministro delle Finanze, allo scopo di creare nuove entrate fiscali e posti di lavoro, oltre che di ostacolare l'attività degli operatori non autorizzati. Si stima che, se il disegno di legge fosse appropvato, saranno generate entrate per le casse pubblico pari a un miliardo di euro, entro i prossimi quattro anni.
Nell'ambito di questo piano di espansione, il governo greco prende di mira tre isole per la costruzione di nuovi casinò, oltre a consentire la ricollocazione di sei strutture esistenti in altri luoghi. Le isole candidate sono già di loro molto frequentate dai turisti: Mykonos, Santorini e Creta, mentre i casinò che potrebbero essere trasferiti sono il Regency Casino Mont Parnes, l'unico esistente ad Atene, e quelli di Rio, Thessaloniki, Florina, Alexandroupolis e Loutraki. La costruzione di nuovi casinò e il trasferimento di quelli esistenti migliorebbe il legame tra il settore del gioco e quello del gioco. I legislatori puntano anche a favoire il modello di resort integrato.

I TEMPI - Il governo greco spera che il disegno di legge possa essere approvato prima delle vacanze natalizie, per far applicare le disposizioni previste a partire dal primo gennaio del 2020. Verrà inoltre creato un sistema di licenze online che metterà ordine nell'attuale caos e che sarà aperto anche agli operatori internazionali. Quanto alla tassazione, al momento le strutture pagano una tassa tra il 22 e il 35 percento dei loro ricavi di gioco. Il disegno di legge punta a introdurre un'aliquota d'imposta forfettaria per i casinò. Sarà inoltre un ente semi autonomo, l'Hellenic Gaming Commission, che sarà responsabile delle concessioni di licenza sia ai casinò terrestri che agli operatori di gioco online.

 

 

Share