Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Casinò, il 95% dei cinesi non conosce quelli di Macao

  • Scritto da Gt

Secondo un sondaggio, i casinò di Macao devono ancora raggiungere il 95 percento dei consumatori cinesi.

C'è ancora molto da fare per attrarre i consumatori cinesi nei casinò di Macao. Lo rivela una ricerca di mercato condotta dalla società di brokeraggio Sanford C. Bernstein e secondo la quale il 95 percento di essi non conosce le case da gioco dell'ex colonia portoghese, oggi unica speciale regione amministrativa dove sono consentiti i casinò. La ricerca ricela inoltre che il giocatore tipo dei casinò di Macao è di sesso maschile, ha 36 anni e ha visitato la città tre volte negli ultimi dodici mesi. Inoltre il giocatore medio guadagna uno stipendio mensile di 2.900 dollari, e ne spende qualcosa in più ogni volta che si reca a Macao. Circa il 61 percento dei visitatori cinesi di Macao sono uomini.

In termini di alloggio, l'ospite “medio” tende a gravitare nelle camere focalizzate sul mass market delle proprietà di Sands China properties, mentre i clienti più ricchi preferiscono le strutture gestite da Melco Resorts & Entertainment e da Wynn Resorts.

La società nota inoltre che gli ospiti delle strutture di Sjm Holdings “stanno invecchiando”, dunque che non c'è ricambio generazionale, evidenziando dunque l'urgenza (in termini di business!) di aprire il nuovo Grand Lisboa Palace, la cui data di inaugurazione è slittata a fine 2018 dopo un incendio divampato il mese scorso nel sito in costruzione.

La ricerca sottolinea infine che i casinò sono stati visitati solo dal 5 percento dei consumatori “indirizzabili”, e che dunque c'è un enorme potenziale di crescita futura. Le entrate, pronostica, potrebbe crescere del 6,4 percento nei prossimi dieci anni, il segmento Vip del 4,8 percento annuo e il mass market quasi dell'8 percento.
 
Share