Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Iowa, casinò: 'Non far giocare chi firma per autoesclusione'

  • Scritto da Redazione

Lo Iowa Racing and Gaming Commission sanziona due casinò per aver fatto giocare due giocatori che avevano firmato per l' autoesclusione.

In America, lo Iowa Racing and Gaming Commission ha sanzionato due casinò dello Stato per aver violato il self-ban sul gambling. In particolare, il Riverside Casino ha ricevuto una multa di 25mila dollari (circa 22mila euro) per aver consentito ad un giocatore che aveva firmato per l'autoesclusione di aprire un conto.


Il general manager ha riferito che le card di iscrizione al club sono state elaborate in tre diversi luoghi e che il casinò ha preso iniziative per evitare ulteriori problemi, istituendo una nuova procedura che richiede un controllo da parte di un supervisore se vengono sollevate domande su un possibile divieto.


"Quando si registra un giocatore bannato si apre un pop-up che lo identifica e lo evidenzia in rosso. Ma in questo caso il dipendente addetto al controllo ha cliccato ed è andato oltre nella procedura in essere. Quindi ora chiedo ai miei impiegati di fermarsi subito e rivolgersi al supervisore". Per il Riverside Casino si tratta della seconda violazione del genere in 365 giorni, da qui la multa di 25mila dollari.

 

Stessa storia per il Rhythm City Casino a Davenport, che è stato sanzionato per 3mila dollari. Il direttore generale del casinò, Mo Hyder, ha detto ai commissari che la casa da gioco è molto attenta a questo tipo di violazioni - la prima in un anno - e questo è accaduto nonostante le "rigorose procedure di formazione". Secondo quanto riferisce Hyder, il dipendente che gestiva la situazione era confuso su cosa fare, e responsabile di un "errore umano".
 

Nel frattempo, nell'Iowa continua la crescita delle entrate dei suoi 19 casinò nell'anno fiscale che si concluso il 30 giugno. Dai dati resi noti dalla statale Racing and Gaming Commission si evince che sette di essi sono cresciuti, compensando ampiamente l'andamento declinante degli altri dodici, e che il merito è soprattutto da attribuirsi ai miglioramenti che sono stati apportati alle strutture di Quad-City.
In totale, i casinò in possesso di licenza da parte della commissione hanno incassato 1,45 miliardi di dollari, circa l'1 percento in più rispetto al precedente anno fiscale, ma sotto il risultato dell'anno fiscale 2012, quando avevano toccato quota 1,47 miliardi di dollari. 
Share