gioconews_player
gioconews_home
gioconews_poker
seguici su
gioconews_player
gioconews_player
youtube
Google plus
Linkedin
Vimeo

Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it

Casinò in Vietnam, tesoro per investitori di Corea del Sud e Hong Kong

Il mercato vietnamita dei casinò fa gola agli investitori della Corea del Sud e di Hong Kong.

Gli investitori della Corea del Sud e di Hong Kong si sono messi in coda, ovviamente cercando di spintonarsi un po', per ritagliarsi un ruolo nei mercato vietnamita dei casinò e delle scommesse sulle corse ippiche e cinofile.
Secondo la stampa locale, l'interesse da parte degli investitori esteri è cresciuto dopo che il governo vietnamita ha implementato diverse misure per consentire il gioco d'azaardo all'interno del paese e per sviluppare ippodromi e cinodromi. La maggior parte degli investitori stranieri ha esperienza nel settore delle scommesse. Per sviluppare casinò in Vietnam è richiesto un investimento minimo di 2 miliardi di dollari, mentre occorrono 43,97 milioni di dollari per sviluppare corse ippiche e 13,19 milioni per le corse dei cani. I progetti non mancano: la società sudcoreana Gomax I&D ha già allocato 1,5 miliardi di dollari per la costruzione di quello che viene descritto come il futuro più grande ippodromo della provincia di Vinh Phuc, mentre Flc e Flc-Faros hanno annunciato che realizzaranno, assieme, un casinò resort nella Van Don Economic Zone che si trova nella provincia di Quang Ninh.

IL PARTITO DEI FAVOREVOLI - Secondo il deputy chair Nguyen Ngoc Than, della Vietnam Real Estate Association, il paese è fortemente attraente per gli investitori stranieri in quanto è un mercato non sfruttato e la competizione non sarà agguerrita come avviene invece in altre giurisdizioni del gioco. Viene dunque considerato come un paese dalle grandi opportunità.
IL PARTITO DEGLI SCETTICI - L'economista vietnamita Nguyen Tri Hieu, tuttavia, mette in guardia il governo dal garantire troppe licenze agli investitori stranieri. A suo modo di vedere, a differenza del settore manifatturiero, l'industria del gioco d'azzardo non darà un grande contributo economico allo sviluppo economico del paese. Il Vietnam guadagnerà, a suo modo di vedere, solo sotto forma di tasse, mentre il reddito prodotto non rimarrà all'interno dello stato. Inoltre, ippodromi, cinodromi e casinò non saranno in grado di aumentare l'occupazione in Vietnam. Meglio dunque avviare politiche che incoraggino gli investitori stranieri a creare joint venture con partner vietnamiti.
Share

Ultimi Eventi

Accesso Utente

LOG IN

© Copyright 2012 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552, Tutti i diritti riservati

Login or Register

LOG IN

Register

User Registration
or Annulla