Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Casinò e giochi, chi sale e chi scende a novembre 2017

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Gioconews.it analizza l'andamento delle quattro case da gioco il mese passato: bene gli incassi a Sanremo e Campione.

Casinò italiani spaccati a metà, quanto alla voce incassi, a novembre. E sul primo gradino del podio, sale, di prepotenza, quello di Sanremo.

QUI SANREMO – Ottimo mese, novembre, per il Casinò di Sanremo: gli incassi, pari a 2.948.582 euro, salgono infatti del 14,64 percento, un risultato che è un po' il frutto di un lavoro corale. Le slot salgono infatti del 5,62 percento (2.233.061) e i giochi lavorati, fatta eccezione per il punto banco (90.360 euro, il 46,73 percento in meno) sono tutti con il segno più. Da registrare, tra quelli più “pesanti” sul risultato finale, il più 64,62 percento della roulette francese (289.626 euro), e il più 304,8 percento della variante fair (133.340 euro). Numeri in rosso, invece, per gli ingressi: sono scesi del 9,55 percento e si sono attestati a quota 11.494 unità.
Nei primi undici mesi il totale degli incassi è stato pari a 40.727.147 euro, un impercettibile 0,03 percento in meno rispetto allo stesso periodo del 2016. Invece, il saldo dei dodici mesi non coincidenti (ma per poco!) con l'anno solare è di 44.958.093 euro, lo 0,09 percento in più. Sanremo gioca quindi a dicembre la sua ultima carta sulla possibilità di “vincere” un anno in positivo.

QUI CAMPIONE – Mese difficile sotto altri punti di vista, novembre è però generoso con il Casinò Campione d'Italia, i cui incassi tornano a salire: dell'11,54 percento, per un importo pari a 8.308.005 euro. Peccato per la flessione delle slot, che con i loro 5.273.398 euro perdono il 3,47 percento, in quanto per gli altri giochi è en plein di risultati positivi. La roulette incassa per esempio 656.173 euro, il 10,41 perceto in più, e la cugina inglese cresce del 95,1 percento (342.888 euro). Incremento percentuale da capogiro per il trente et quarante: 11375,25 percento, con i suoi 186.337 euro d'incassi, ma vanno bene anche lo chemin de fer (178.245 euro, più 49,74 percento), il poker cash (465.975 euro, più 32,71 percento) e quello a torneo (279.434 euro, più 149,61 percento). Chiudiamo la carrellata con blackjack (più 2,91 percento per 433.826 euro), i craps (52.78 percento, 8.924 euro e il punto banco (più 136,91 percento, 482.802 euro). Numeri neri anche per gli ingressi: sono stati in totale 54.926, ossia il 2,22 percento in più.
Il buon risultato di novembre migliora anche quello dei primi undici mesi del 2017, arco di tempo in cui il Casinò campionese ha incassato 83.693.319 euro, vale a dire l'1,33 percento in meno sul 2016. Nei dodici mesi conclusi a novembre 2017, il saldo è invece di 91.691.899 euro, il 2,31 percento in meno.

QUI VENEZIA – Medaglia di bronzo per il Casinò di Venezia, che chiude novembre con forti tensioni sindacali ma con incassi solo in lieve flessione: meno 3,63 percento, per un importo di 6.949.672 euro. Da segnalare la tenuta delle slot, che crescono dello 0,46 peercento, con i loro 3.931.987 euro incassati. In realtà, sono numerosi i giochi che chiudono con il segno più, ma pesa la fortuna dei giocatori alla roulette francese, che chiude con un segno negativo di 115.065 euro, ben 815.594 in meno rispetto all'anno passato. La variante fair incassa invece 948.837 euro, ma perde anch'essa rispetto a un anno fa, pur se solo il 10,55 percento. Molto bene, invece, il punto banco: novembre si chiude con 1.066.375 euro, il 276,66 percento in più. Altro dato positivo è rappresentato dagli ingressi: nel mese sono stati 65.435 euro, vale a dire il 9,2 percento in più.
Da gennaio a novembre 2017 le due sedi del Casinò hanno complessivamente incassato 82.163.210 euro, il 6,85 percento in meno rispetto all'analogo periodo dell'anno passato. Nei dodici mesi precedenti, invece, l'asticella si ferma a quota 89.319.230, con una flessione del 7,31 percento rispetto a dicembre 2015/novembre 2016.
QUI SAINT VINCENT – In quarta posizione il Casinò di Saint Vincent, i cui incassi di novembre mostrano una frenata e raffreddano l'ottimismo dei mesi passati. La Casa da gioco valdostana incassa infatti 3.851.494 euro, il 18,53 percento in meno rispetto a un anno fa. Curiosamente, anche gli ingressi sono scesi della stessa percentuale, meno 18,5 percento la precisione, per un totale di 26.128 unità. Nonostante la flessione, le slot machine sono in ripresa, del 2,95 percento, con introiti pari a 2.371.892 euro. Gli altri giochi, però, fatta eccezione per lo chemin de fer (194.745 euro, più 39,72 percento), sono tutti negativi. La roulette perde per esempio il 18,46 percento (399.608 euro), e la fairoulette il 28,64 percento (333.600 euro), il trente et quarante il 91,01 percento (10.557 euro). Nessun torneo di poker e dunque zero incassi, mentre i tornei calano del 48,41 percento (85.218 euro), la roulette americana del 17,52 percento (110.021 euro) e il blackjack del 66,24 percento (100.025 euro). Decremento anche per craps (meno 57,18 percento, per 46.475 euro) e punto banco (meno 58,16 percento, 199.353 euro). Il risultato di novembre porta il progressivo annuale del Casinò valdostano a quota 51.202.557 euro, il 4,06 percento in meno rispetto ai primi undici mesi del 2016. Nell'arco di tempo dicembre 2016/novembre 2017 il totale degli incassi è invece pari a 57.434.159 euro, per un segno negativo del 5,17 percento.
 
Share