Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Casinò e giochi, chi sale e chi scende a ottobre

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Gioconews.it analizza l'andamento delle case da gioco il mese scorso: incassi in flessione per tutte e quattro.

Ottobre decisamente difficile per tutti e quattro i casinò italiani, che segnano una battuta d'arresto dei loro incassi. L'analisi di Gioconews.it parte infatti da quello che ha avuto l'andamento migliore, ma che comunque chiude il mese con il segno negativo.

QUI VENEZIA – Gli incassi del Casinò di Venezia sono stati a ottobre pari a 8.540.667 euro, con una variazione percentuale negativa del 3,23 percento rispetto a un anno fa. Da segnalare che le slot hanno un trend ancor più declinante: incassato 4.239.554 euro, ossia il 9,29 percento in meno. Tra i giochi tradizionali, buono l'andamento della roulette, che incassa 949.231 euro, il 31,32 percento in pù, ma fa da contraltare la variante fair, con 1.540.899 euro, ossia l'1,92 percento in meno. Flette pure lo chemin de fer, del 19,79 percento (347.322 euro), mentre il poker cresce del 21,4 percento (149.657 euro) come pure va bene il black jack (761.617 euro, il 15,17 percento in più). Infine, il punto banco cala del 13,8 percento, incassando 552.383 euro. Nonostante il risultato complessivo in flessione, quello di Venezia è l'unico Casinò tricolore che a ottobre registra una crescita in termini di ingressi: sono stati un totale di 67.881 euro, ossia il 3,42 percento in più.
Il risultato di ottobre porta gli incassi dei primi dieci mesi 2017 a quota 75.213.537 euro, il 7,14 percento in meno. Nel periodo che va da novembre 2016 a ottobre 2017 il Casinò ha invece incassato 89.581.151 euro, il 7,66 percento in meno.

QUI SAINT VINCENT – Il secondo gradino del podio è occupato dal Saint Vincent Resort & Casino, che con un segno negativo del 6,43 percento (4.582.427 euro), interrompe la serie positiva che aveva inaugurato negli scorsi mesi, relativamente alla voce incassi. In calo ancora maggiore, gli ingressi, scesi del 18,66 percento e pari a 27.178 euro. Scendendo nel dettaglio dei singoli giochi, le slot machines calano del 2,32 percento (2.531.055 euro), come pure diversi altri: la roulette francese (308.730 euro, meno 22,46 percento), il poker (173.003 euro, meno 4,27 percento), la roulette americana (154.981 euro, meno 7,15 percento), il black jack (190.158 euro, meno 48 percento), il craps (25.016 euro, meno 47,86 percento), il punto banco (335.315 euro, meno 30,3 percento). Altri sono invece in positivo: la fair roulette, che incassa 592.048 euro, il 19,66 percento in più. Ol trente et quarante (49.121 euro, il 97.98 percento in più) e lo chemin de fer (223.000 euro tondi, il 52,89 percento in più).
Nei primi dieci mesi del 2017, la Casa da gioco valdostana ha incassato 47.351.063 euro, il 2,65 percento in meno. Nei dodici mesi precedenti novembre 2017 il saldo è invece pari a 58.310.353 euro, il 4,62 percento in meno.
 
QUI CAMPIONE – A ottobre 2017 il Casinò Campione d'Italia ha incassato 7.924.702 euro, vale a dire il 12,05 percento in meno rispetto allo stesso mese del 2016. In netta flessione pure gli ingressi, calati del 19,67 percento e pari a 52.772 unità. L'andamento delle slot è migliore del risultato complessivo, ma pur sempre negativo: incassano 5.604.416 euro, l'8,32 percento in meno. Non si tratta dell'unico risultato in flessione: la roulette francese perde il 40,27 percento (500.882 euro) e la variante fair il 33,94 percento (144.052 euro), mentre il trente et quarante è a meno 44,17 percento (166.203 euro), il poker cash a meno 29,7 percento (331.863 euro), e i tornei a meno 74.98 percento (99.750 euro). In flessione pure il craps: 73.861 euro, il 18,09 percento. In controtendenza, ma non sufficienti a invertire il risultato finale, lo chemin de fer, che cresce del 38,64 percento (106.950 euro) e anche il black jack (444.469 euro, addirittura il 187,66 percento in più).
Nei primi dieci mesi del 2017 il Casinò Campione è ancora leggermente sopra, quanto a incassi, a quello di Venezia: 75.385.314 euro, segnando però una flessione del 2,57 percento. Il progressivo dei dodici mesi non coincidenti con l'anno solare è di 90.832.068 euro, il 3,61 percento in meno.
 
QUI SANREMO – Ottobre inferiore alle attese, per il Casinò di Sanremo, che lo chiude con incassi in calo del 19,31 percento e pari a 3.034.662 euro. Flessione anche più marcata per gli ingressi: 13.464 in tutto, ossia il 22,03 percento in meno. Le slot, regine a Sanremo come negli altri casinò tricolori, chiudono con 2.427.657 euro, vale a dire l'11,64 percento in meno, e sono numerosi i giochi che registrano una flessione. Per esempio la roulette: la francese incassa 230.275 euro, il 54,73 percento in meno, mentre la fair introita 47.245 euro, il 64,05 percento in meno. Male anche il poker (il cash cala del 67,2 percento con 41.880 euro) e i tornei 23.735 euro, il 77,32 percento in meno). Da segnalare invece la buona performance del black jack, che cresce del 145,41 percento grazie ai 104.445 euro incassati, e del punto banco: 159.425 euro, il 62,07 percento in più.
Da gennaio a ottobre 2017 la Casa da gioco matuziana haincassato 37.778.565 euro, in flessione dell'1,02 percento rispetto allo stesso periodo dell'anno passato. È la migliore performance, per quanto negativa, tra le quattro case da gioco. Il saldo dei dodici mesi non coincidenti con l'anno solare è invece di 44.581.527 euro, l'1,66 percento in meno.
Share