Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Sanremo, la mosca bianca tra i casinò italiani

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Unico tra i casinò italiani, quello di Sanremo ha il bilancio stabilmente in utile da anni: merito delle scelte passate e presenti.

Come mai i bilanci del Casinò di Sanremo, pur a fronte di incassi annuali in lieve ma costante declino, sono da anni in solido utile? Se ne è avuta prova anche nei giorni scorsi, quando l'assemblea dei soci ha approvato il bilancio 2016, che presenta conti in ordine che tutti gli altri casinò e le rispettive proprietà avrebbero motivo di invidiare. Forse il Casinò non investe in marketing, ospitalità, eventi? È una tristissima sala giochi dove non trovi neppure un panino o uno spettacoletto di quarta categoria? Oppure gli amministratori che da qualche anno si sono succeduti sono dei maghi della finanza?
Nessuna delle due maliziose ipotesi. Probabilmente la ragione va cercata nelle politiche di razionalizzazione che sono state portate avanti in un lungo arco di tempo, partendo dalla lungimirante valutazione della loro necessità, fatta in anni in cui i volumi di gioco e il fatturato erano diversi. Gli amministratori, anche gli ultimi, hanno dunque ereditato conti in ordine, il che ovviamente rende assai più semplice la gestione.

E, per quanto riguarda il personale e i suoi costi, mentre negli altri casinò si è in regime di solidarietà (Campione), si minacciano 150 esuberi (Venezia) e si è avviata la trattativa su 264 licenziamenti (Saint Vincent), a Sanremo si è recentemente rinnovato il contratto aziendale di lavoro, e nonostante le fisiologiche tensioni (vedasi il Ponte del primo maggio al cardiopalma, con lo sciopero al servizio bar e ristorante revocato in extremis) e lamentele (delle inadeguate relazioni sindacali e la mancanza di un direttore giochi) il clima è decisamente più tranquillo e tranquillizzante, anche per l'azionista di riferimento. In questo scenario, la saggezza della gestione sanremese dovrebbe essere presa a esempio, anche se purtroppo intervenire a situazione degenerata è ben più complicato che prevenire. Tuttavia, un neo dall'aspetto inquietante è rappresentato, a Sanremo, dalle insufficienti politiche di sviluppo degli incassi, come detto stabili nel migliore dei casi se non in tendenziale calo. È questa la vera sfida del Casinò, che tuttavia non dovrebbe, a nostro avviso, rinunciare alla lodevole mission che sta portando avanti, quella di essere un volano di promozione culturale nel territorio di riferimento.
 
Share